Champions League 2023/24: Ottavi di finale definiti

Champions League 2023/24 fase de grupos real madrid manchester city 100%

Il torneo calcistico che suscita passioni in tutto il mondo, la Champions League 2023/24, ha concluso la fase a gironi.

Seguite con noi come è stata l’ultima giornata, che ha definito le squadre che giocheranno gli ottavi di finale, quelle che andranno in Europa League e quelle che torneranno a casa.

Seguici sui social per rimanere aggiornato sulle ultime notizie delle coppeInstagramFacebook e X.

Panoramica della fase a gironi della Champions League 2023/24

La Champions League, come al solito, non ha deluso durante la fase a gironi.

In una giornata finale ricca di emozioni e buoni incontri, sono state definite le squadre che passeranno agli ottavi di finale.

Inizialmente, possiamo citare alcuni punti interessanti che verranno approfonditi successivamente.

Il Real Madrid e il Manchester City, che si sono sfidati nelle semifinali delle ultime due edizioni, sono stati gli unici due team a concludere la fase a gironi con un 100% di rendimento.

Il Manchester United, come precedentemente segnalato in un nostro articolo, non è riuscito a qualificarsi neanche per l’Europa League, mantenendo l’ultima posizione nel gruppo. Così come il Siviglia.

Il “gruppo della morte” ha avuto un’ultima giornata elettrizzante, in cui il Borussia Dortmund ha assicurato la prima posizione e il PSG si è qualificato per il turno successivo.

Infine, la Real Sociedad sorprende e termina al primo posto nel gruppo D, superando l’Inter e il Benfica.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Calcio Deal (@calciodeal)

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Calcio Deal (@calciodeal)

Gruppo A – Bayern Monaco, Copenaghen, Galatasaray e Manchester United

In un gruppo in cui all’inizio sembrava che le due grandi squadre si sarebbero qualificate facilmente, solo il 50% di questa frase è vero.

Il Bayern è stato padrone del gruppo, vincendo tutte le partite, tranne il 0-0 contro il Copenaghen.

Il Manchester United, invece, è arrivato all’ultima giornata avendo bisogno di una vittoria contro il Bayern per poter sperare nella qualificazione. Le cose non sono andate bene.

Il Copenaghen, d’altra parte, è stata una piacevole sorpresa della competizione. Molti avrebbero previsto che sarebbe stato ultimo nel gruppo.

Tuttavia, i danesi stanno mostrando un grande gioco tattico. Con una squadra che sa difendere e attaccare nei momenti giusti, hanno disputato un confronto diretto con il Galatasaray in casa propria per decidere chi si sarebbe qualificato.

Nel confronto, vittoria del Copenaghen per 1-0 e qualificazione garantita.

Manchester United 0 – 1 Bayern Monaco

Anche se aveva disperatamente bisogno del risultato, i Red Devils hanno dato pochi problemi ai tedeschi.

Conosciamo la qualità e lo stile di gioco del Bayern Monaco, che mira a mantenere il possesso palla e a coinvolgere l’avversario, e questo è stato fatto con maestria.

Il Manchester United, quando ha avuto il possesso palla, non è riuscito a penetrare la difesa avversaria, tanto che i pochi problemi creati sono stati attraverso tiri da fuori area.

Il gol del Bayern Monaco è stato segnato al 71′ da Coman, un giocatore che potrebbe essere considerato sottovalutato. È un atleta che, soprattutto in Champions League, riesce a segnare gol importanti e con frequenza, come dimostra l’ultima vittoria del club, dove il gol del francese ha garantito la vittoria contro il PSG.

L’azione del gol ha anche evidenziato altri punti importanti. Innanzitutto, la palla è rimasta per un po’ di tempo nella zona intermedia del Manchester United. I giocatori di Ten Hag non sono riusciti a riprendere la palla, nonostante avessero avuto opportunità per farlo. Hanno perso alcuni contrasti e sembravano sonnolenti.

Coman, che non c’entra nulla con questo, è riuscito a creare l’azione e a passare a Harry Kane, che ha giocato in sintonia con il francese, lasciandolo solo davanti alla porta per segnare.

Harry Kane è un altro nome da elogiare. Anche se ha avuto un ottimo inizio, continua a migliorare le sue prestazioni, mostrandosi sempre più integrato con il resto della squadra. Questo gol è un segno importante in questo senso.

Kingsley Coman talks Harry Kane's Bayern Munich integration - Bavarian Football Works

Immagine: T. Kieslich/FC Bayern via Getty Images

Gruppo B – Arsenal, PSV, Lens e Siviglia

La prima impressione del gruppo era la qualificazione dell’Arsenal seguita da una lotta serrata per il secondo posto tra PSV e Siviglia.

Tuttavia, non ci aspettavamo una così pessima prestazione dell’attuale e sette volte campione dell’Europa League, il Siviglia.

La squadra dell’Andalusia è arrivata all’ultima giornata avendo bisogno di una vittoria contro il Lens, fuori casa, per accedere all’Europa League, competizione in cui solitamente domina.

Tuttavia, neanche questo è stato possibile. È stata sconfitta in Francia per 2-1 e ha concluso la sua partecipazione alla Champions League con deludenti due punti e l’ultima posizione nel gruppo.

L’Arsenal si è qualificato al primo posto, con tranquillità e 13 punti.

La lotta per il secondo posto, anche se sembrava in bilico, dato che in caso di vittoria del Lens contro il Siviglia e sconfitta del PSV contro l’Arsenal, francesi e olandesi sarebbero stati a pari punti.

Tuttavia, avendo il confronto diretto come criterio di desempio, il PSV ha ottenuto una vittoria e un pareggio contro il Lens, eliminando la possibilità per i francesi di qualificarsi al turno successivo.

Nonostante ciò, il Lens ha fatto un’ottima fase a gironi di Champions League e ha buone possibilità di ripetere la buona prestazione in Europa League.

Gabriel Jesus continua como desfalque no Arsenal

Immagine: Riproduzione Umdois

Gruppo C – Real Madrid, Napoli, Braga e Union Berlino

Qui non ci sono state sorprese.

Questo non significa che la lotta per il secondo posto non fosse emozionante.

Guardando la classifica, vediamo il Real Madrid devastante, vincendo tutte le partite con 18 punti. Seguono il Napoli con 10 e il Braga con 4.

Nonostante il divario di 6 punti tra italiani e portoghesi, l’ultima giornata è stata disputata proprio tra loro.

Per qualificarsi, il Braga avrebbe avuto bisogno di una vittoria contro il Napoli per eguagliarli nei punti e nei confronti diretti, dato che la squadra del sud Italia aveva vinto la partita in Portogallo per 2-1.

Superati questi punti, i portoghesi avrebbero dovuto recuperare un considerevole saldo reti, giocando contro il campione italiano in casa propria.

Le possibilità, già esigue, sono state annientate dalla convincente vittoria del Napoli per 2-0.

Il Real Madrid ha chiuso la fase a gironi affermando la sua supremazia, vincendo 3-2 contro l’Union Berlino in Germania.

Braga x Real Madrid: Como foi a partida da Liga dos Campeões

Immagine: Jose Manuel Alvarez/Quality Sport Images/Getty Images

Gruppo D – Real Sociedad, Inter, Benfica e Red Bull Salisburgo

Questo è un gruppo in cui l’equilibrio è stato evidente, ma diviso in due parti.

Real Sociedad e Inter hanno lottato punto a punto per la prima posizione del gruppo, mentre Benfica e RB Salisburgo per un posto in Europa League.

Coincidentalmente, nell’ultima giornata si sono affrontati direttamente.

Il Benfica, che si sarebbe qualificato per l’Europa League solo con una vittoria contro il Salisburgo fuori casa, ha sfruttato il peso della sua maglia, vincendo la partita per 3-1.

Spagnoli e italiani hanno pareggiato 0-0 a Milano, mantenendo la posizione precedente che ha visto i baschi al primo posto.

Una qualificazione storica.

Goal.com Brasil

Immagine: Getty Images

Gruppo E – Atletico Madrid, Lazio, Feyenoord e Celtic

Nell’ultima giornata di questo gruppo le qualificazioni erano già state decise.

Restava da sapere chi sarebbe stato il primo classificato, l’Atletico Madrid o la Lazio.

La questione è stata risolta nel confronto diretto.

Gli spagnoli avevano bisogno solo di un pareggio per garantirsi il primo posto. Nonostante ciò, non hanno dato scampo agli italiani e hanno vinto 2-0 in casa propria.

Il Feyenoord è stato sconfitto 2-1 dal Celtic, dando la prima vittoria nella competizione alla squadra scozzese.

Nonostante ciò, gli olandesi si sono qualificati per l’Europa League.

Griezmann & Atlético host Real Sociedad in a battle of in-form teams - Into the Calderon

Immagine: Alvaro Medranda/NurPhoto via Getty Images

Gruppo F – Borussia Dortmund, PSG, Milan e Newcastle

Il famigerato “gruppo della morte” ha mantenuto la sua fama, giungendo all’ultima giornata con molteplici possibilità di qualificazione.

Il Borussia Dortmund doveva pareggiare contro il PSG per garantirsi la prima posizione. Nel frattempo, Milan e Newcastle si stavano affrontando in Inghilterra mentre seguivano la partita in Germania.

Borussia Dortmund 1 – 1 PSG

Il Paris Saint-Germain sapeva di dover vincere per allontanare qualsiasi possibilità di non qualificarsi agli ottavi di finale. Inoltre, in caso di vittoria, avrebbe potuto diventare il leader del gruppo.

Entrarono in campo con questo spirito.

Dopo i primi 10′ che hanno visto opportunità da entrambe le parti, il PSG ha preso il controllo del gioco e ha esercitato una grande pressione sul Dortmund.

Al 16′, un’azione spettacolare che sicuramente rimarrà nella storia di questa edizione e della competizione.

Mbappé supera il portiere e, con la porta apparentemente aperta, tira con il sinistro. Il gol sembrava certo, ma solo sembrava.

Il difensore Sule, arriva come un fulmine, fa un tackle e blocca l’ingresso della palla. Il dettaglio che rende questo episodio emblematico è che, appena prima di arrivare in porta, la palla rimbalza e si alza.

Sule, in un riflesso inspiegabile, alza la gamba e impedisce il gol.

Dopo grandi opportunità create da entrambe le squadre, fine del primo tempo.

All’inizio del secondo tempo, il Borussia Dortmund ha messo pressione alla difesa del PSG, che ha dato risultati.

Un fatto ricorrente in questa stagione sono stati gli errori ripetuti di Hakimi. Il terzino marocchino, come contro il Newcastle, ha commesso un errore nella costruzione del gioco, restituendo un pessimo pallone a Marquinhos.

Il difensore riesce a correggere l’errore del compagno, facendo sì che il pallone torni ad Hakimi.

Tuttavia, è stato facilmente smarrito. La palla è stata crossata e Adeyemi è stato pronto a segnare nell’angolo, aprendo il punteggio per i tedeschi, al 51′.

Menzione d’onore per la bella azione e l’assist di Fuellkrug, che ha disputato una bella partita.

In quel momento, il PSG stava per essere eliminato dalla competizione, poiché a Newcastle, in casa, il Milan stava vincendo per 1-0.

Ma il disperato PSG non sarebbe durato a lungo. Mbappé, sempre lui, ha fatto una bella azione sulla sinistra e ha passato all’interno dell’area di rigore. La difesa del Dortmund ha respinto male, facendo sì che la palla arrivasse a Zaire-Emery.

Il centrocampista di soli 17 anni, con personalità, ha calciato al volo dalla zona del limite dell’area, pareggiando il match e rimettendo il PSG sulla strada della qualificazione.

Ma non è finita qui. Con il pareggio e la vittoria del Newcastle, si sarebbe qualificata la squadra inglese, poiché entrambe avrebbero raggiunto gli 8 punti, ma nel confronto diretto avrebbe vinto il team inglese.

Il PSG ha avuto la fortuna dalla sua parte, con più occasioni per ribaltare la partita e, con un gol annullato per fuorigioco di Mbappé.

I francesi devono ringraziare i compagni del Milan per la loro qualificazione, come vedremo di seguito.

Newcastle 1 – 2 Milan

Una partita con il sapore della Champions League.

È stata una battaglia aperta tra due ottime squadre, entrambe desiderose di qualificarsi a tutti i costi.

A segnare per primo è stato il Newcastle, al 32′. In un’azione ben orchestrata, come spesso avviene con i gol della squadra, Joelinton riceve la palla all’angolo dell’area e tira una bomba. Il pallone va all’incrocio dei pali e segna un gran gol.

In quel momento, con il risultato attuale di 0-0 in Germania, si sarebbe qualificato il Newcastle.

Ma una delle bellezze del calcio è la sua imprevedibilità e il cambiamento repentino delle situazioni.

Iniziato il secondo tempo, il Borussia Dortmund ha segnato al 51′. Questo garantiva ancora di più la qualificazione degli inglesi.

Tuttavia, in uno spazio di nove minuti, sono passati dal paradiso all’inferno.

Non solo il PSG ha pareggiato al 55′, ma lo statunitense Pulisic ha pareggiato per il Milan al 59′.

Di conseguenza, il club del nord dell’Inghilterra è passato dalla qualificazione agli ottavi di finale alla qualificazione alla Europa League.

Tutto ciò che è brutto può peggiorare. All’84’, Chukwueze, entrato in campo, ha segnato il gol del sorpasso per il Milan.

Con la vittoria, il Milan è salito al terzo posto, con lo stesso numero di punti del PSG, ma non si è qualificato per il confronto diretto. In ogni caso, i rossoneri hanno almeno ottenuto la qualificazione alla Europa League, anche se non all’altezza delle dimensioni della squadra.

Borussia Dortmund vs PSG: Live stream, TV channel, kick-off time & where to watch | Goal.com US

Immagine: Riproduzione Goal

Gruppo G – Manchester City, RB Lipsia, Young Boys e Stella Rossa

Indubbiamente il gruppo più prevedibile, con tutto ciò che ci si aspettava.

Il Manchester City è andato a Belgrado per l’ultima partita contro la Stella Rossa. Con molti giocatori di riserva, ha vinto per 3-2 e ha garantito il 100% di vittorie.

Si è giunti all’ultima giornata con tutte le posizioni già definite. City e Lipsia si sono qualificati, Young Boys andrà in Europa League e la Stella Rossa tornerà in Serbia.

Young Boys 1-3 Man City: Erling Haaland nets brace in all-too familiar Champions League win for holders | Evening Standard

Immagine: Getty Images

Gruppo H – Barcellona, Porto, Shakhtar e Royal Antwerp

Il gruppo è stato caratterizzato, principalmente, da due aspetti.

Uno, la competizione assolutamente folle per il secondo posto, tra Porto e Shakhtar.

L’altro, è stato il deludente rendimento del Barcellona, che non è riuscito a imporsi nella competizione come in passato.

Portoghesi e ucraini avevano lo stesso punteggio e si affrontavano nella città di Porto.

Il Porto aveva a favore la vittoria nel confronto diretto, per 3-1, ottenuta fuori casa, oltre alla possibilità di decidere in casa propria.

Ma se lo Shakhtar avesse vinto con un certo scarto, sarebbero stati loro i qualificati.

In sintesi, la partita è stata una vera follia. I portoghesi hanno vinto per 5-3 e si sono qualificati.

Il Barcellona, d’altra parte, si è qualificato al primo posto, con gli stessi 12 punti del Porto, ma ha concluso la fase a gironi perdendo contro il Royal Antwerp, che non aveva ancora ottenuto alcuna vittoria nel torneo. Il risultato finale è stato di 3-2 per i belgi.

Lo Shakhtar si è qualificato per la Europa League.

FC Barcelona players registered for the 2023/24 Champions League

Immagine: Riproduzione FC Barcelona

Scritto da Vitor F L Miller.

Ultimi articoli
Tags: Champions League

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.