Esclusive
Nessun commento

Il Corinthians Inizia il 2024 con Difficoltà

Corinthians em momento dificil mano menezes

L’anno è appena iniziato e il Corinthians si trova già ad affrontare numerose sfide dentro e fuori dal campo.

Unisciti a noi mentre esploriamo i fattori che hanno portato il Timão alla sua situazione attuale.

Seguici sui social per rimanere aggiornato sulle ultime notizie del calcio all’esteroInstagramFacebook e Twitter.

Il Clima Politico del Corinthians

La fine del 2023 non è stata semplice per la squadra della fedele tifoseria.

La squadra non ha avuto un buon anno dal punto di vista sportivo, evitando la retrocessione solo nelle ultime giornate del campionato.

Come se ciò non bastasse, si è svolta una delle elezioni più controverse nella storia del club.

Gli anni senza risultati significativi chiedevano un cambiamento alla presidenza.

Da una parte, André Negão, candidato della situazione e del gruppo guidato da Andrés Sanchez, una delle figure più importanti del Corinthians. Dall’altra, Augusto Mello, forse meno conosciuto rispetto ai suoi avversari.

Un altro fattore cruciale è che, a differenza di molti club brasiliani, le elezioni del Corinthians hanno diverse peculiarità. Non basta essere solo socio del club, ma bisogna essere socio patrimoniale o remissivo.

Di conseguenza, solo circa 5 mila persone sono idonee a votare. Le tifoserie organizzate del club, che hanno una forte influenza politica nonostante non siano necessariamente legate al quadro societario, hanno lanciato diverse campagne contro l’elezione di André Negão.

Com volta de André Negão, Corinthians divulga nova diretoria; base está pendente | corinthians | ge

Immagine: Riproduzione GE – Andrés Sanchez e André Negão

Di conseguenza, Augusto Melo ha assunto la presidenza con una serie di promesse e frasi d’effetto.

Giorno dopo giorno, le promesse svaniscono e non si concretizzano. Appena insediato, ha affermato che avrebbe portato Gabigol, idolo del Flamengo.

Rapidamente, la possibilità è stata smentita dalla dirigenza del Flamengo e l’affare non si è concretizzato.

Nel campo dei trasferimenti, una serie di eventi. Finora, il Corinthians ha perso 12 giocatori, tra cui il difensore Lucas Veríssimo e Gil, coppia titolare di difensori della stagione scorsa.

In compenso, solo 3 nuovi giocatori sono stati incorporati nella rosa.

Potevano essere 4, poiché la dirigenza aveva dato per certa l’acquisizione del terzino destro Matheuzinho, del Flamengo. Tuttavia, il contratto non era ancora stato firmato e le condizioni presenti erano alquanto peculiari. La possibilità di restituzione in qualsiasi momento è stato uno dei punti di conflitto. Inoltre, la dirigenza del Corinthians avrebbe incolpato il Flamengo per la mancata realizzazione del trasferimento, portando i cariocas a interrompere qualsiasi tipo di trattativa.

Anche Pablo, sempre del Flamengo, è stato un altro giocatore sondato dal Parque São Jorge, ma, come Matheuzinho, è in procinto di chiudere con il Botafogo.

A livello amministrativo, il presidente ha dichiarato che il Corinthians avrebbe il più grande sponsor nella sua storia, sostenuto dalla casa scommesse Vaidebet.

Il problema risiede nel contratto in corso tra il club e la Pixbet. Per interrompere il contratto, il Timão dovrà affrontare una multa di 40 milioni di R$. Per questo motivo, i conti del club sono stati congelati dalla giustizia. Tuttavia, è stato raggiunto un accordo tra le parti e il vecchio sponsor riceverà l’importo in 12 rate.

In mezzo al turbine di incertezze, Augusto Melo indica Fabinho Soldado come uomo forte del calcio, nella funzione di direttore sportivo.

Sarà responsabile di dare le direttive. Riuscirà a cambiare la situazione di questo gigante?

Presidente eleito do Corinthians, Augusto Melo garante executivo de futebol e coloca prazo para anúncio

Immagine: Lance!

Mano Menezes e il Timão in Campo

Il termine “crisi” è difficile da adottare con soli quattro giochi ufficiali disputati.

Tuttavia, i numeri mostrano solo una vittoria in queste partite e un calcio molto povero.

Non è una novità che i fattori organizzativi e politici di un club di calcio influenzino direttamente le prestazioni in campo.

Un ottimo esempio è il rivale del Timão, il Santos, che, a causa di una gestione patetica, è stato quasi retrocesso nel Paulistão per tre anni consecutivi, ma affronterà la seconda divisione nel Campionato Brasiliano.

Il Corinthians si trova all’ultimo posto del suo girone, composto da Mirassol (6 punti), Inter de Limeira (4 punti) e Red Bull Bragantino (4 punti). È la penultima posizione nella classifica generale, con gli stessi punti dell’Ituano, primo nella zona retrocessione.

La situazione è peggiorata ulteriormente con la sconfitta inedita contro il São Paulo in casa. Il Tricolor Paulista non aveva mai vinto alla Neo Química Arena, ma il tabù è finalmente caduto con una vittoria per 2-0.

Così, anche all’inizio della stagione, Mano Menezes entra in collisione con la dirigenza e persino con i giocatori.

Chiede rinforzi e sottolinea il deficit di nuovi giocatori, derivante dalle dodici partenze e solo tre arrivi.

Inoltre, tutti sono consapevoli della pessima forma del centravanti Yuri Alberto. Il giocatore è stato acquistato definitivamente a peso d’oro dallo Zenit, ma non è riuscito a rispondere agli investimenti.

Manca gol bizzarri e si trova spesso protagonista di situazioni imbarazzanti.

In uno di questi eventi, Mano Menezes lo chiama stupido. Il giocatore, che merita rispetto dal suo allenatore, ascolta l’insulto. Incontrando l’allenatore a centrocampo, la lettura delle labbra rivela che Yuri avrebbe detto: “Non è necessario chiamarmi stupido affinché tutto lo stadio senta.”

L’allenatore ha chiesto scusa al giocatore.

Il tentativo di redenzione della squadra avviene domani, alle 11:00, contro il Novorizontino, alla Neo Química Arena.

Il Timão sarà in grado di risollevarsi?

Mano Menezes em entrevista coletiva em São Bernardo

Immagine: Vitor Chicarolli/ Meu Timão

Ultimi articoli
Tags: Esclusive

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere