Brasileirao
Nessun commento

Il Fluminense Affonda Ancora nel Brasileirão 2024

fluminense lanterna brasileirão 2024 fernando diniz demitido dismissed

Il Fluminense, dopo le prime tredici giornate del Campionato Brasiliano 2024, campione in carica della Copa Libertadores, ha avuto pessime prestazioni in questa edizione del Brasileirão.

Di conseguenza, il Tricolor das Laranjeiras è ultimo in classifica, mantenendo l’ultima posizione per almeno un altro turno, poiché anche vincendo la prossima partita non sarà sufficiente per superare il Corinthians, penultimo.

Seguiteci per le ultime prestazioni, la caduta di Diniz e le prospettive future.

Seguici sui social network per rimanere aggiornato sulle ultime notizie ed esclusive sul calcio esteroInstagramFacebook e X.

L’Uscita di Diniz

Il calcio è una cosa strana.

Non molto tempo fa, Fernando Diniz ha consegnato al Fluminense la sua prima e tanto desiderata Copa Libertadores.

Giocando a modo suo, l’allenatore ha realizzato il sogno di tutti, raggiungendo la posizione di allenatore della nazionale brasiliana.

Sebbene abbia avuto una prestazione disastrosa con la Seleção, può ancora dire di esserci stato.

Tuttavia, nel 2024, le ottime prestazioni sono diventate un ricordo del passato. Nel Campionato Carioca, sono stati eliminati dal Flamengo in semifinale.

Nella Libertadores, le prestazioni non sono state eccezionali, ma sono comunque riusciti a qualificarsi per gli ottavi di finale. Per ora, le prospettive di andare lontano nel torneo sono piuttosto scarse.

Nel Brasileirão, hanno solo sei punti, con una vittoria, tre pareggi e nove sconfitte.

Hanno la seconda peggior differenza reti, con un deficit di 11 gol, e la seconda peggior difesa, avendo subito 21 gol.

L’attacco, che è sempre stato un marchio di fabbrica del lavoro di Diniz, soprattutto al Flu, non ha funzionato. Hanno il terzo peggior attacco, con 10 gol segnati.

Tutti questi fattori, combinati con la mancanza di prospettive per risultati positivi, hanno portato la dirigenza del Tricolor a decidere di interrompere il lavoro di Fernando Diniz.

Il presidente Mario Bittencourt ha dichiarato che il licenziamento dell’allenatore è avvenuto contro la sua volontà, sostenendo di aver dovuto seguire gli standard brasiliani.

Il fatto è che, innegabilmente, i cicli di lavoro finiscono a un certo punto. Dall’inizio dell’anno, Fernando Diniz non è riuscito a imporre il suo stile di gioco. Non solo i risultati hanno smesso di apparire, ma anche il tipo di gioco.

Quando la squadra perde l’essenza dello stile dell’allenatore, è probabile che non ci siano più frutti da raccogliere.

Ora, le possibili ragioni di questa situazione sono varie, che cercheremo di descrivere qui di seguito.

Felipe Melo crítica City após goleada e afirma que sabe perder

Immagine: Riproduzione UOL

Le Prestazioni Insipide del Fluminense

Il calcio che ha consacrato Diniz al Fluminense era non posizionale.

Questo, unito alla ricerca incessante del gol, portava alla creazione di molte opportunità.

Anche se la squadra perdeva la partita, aveva indicatori significativi come tiri e possesso palla.

Recentemente, tuttavia, questi numeri sono crollati, come si vede sia nei punteggi che nelle prestazioni.

Questo potrebbe essere successo per diversi fattori:

Età Media della Squadra

Quando osserviamo l’età media della rosa del Flu, troviamo che è di 26 anni, il che può essere considerato abbastanza ragionevole.

Tuttavia, quando osserviamo le partite, i titolari e i principali sostituti, troviamo una media molto più alta.

Considerando i titolari della partita contro il Grêmio, l’età media era di 32,4 anni.

Opzioni in panchina includevano Ganso (34), Renato Augusto (36) e Douglas Costa (33).

Lo stile di gioco di Diniz richiede molto fisicamente dai giocatori. I movimenti costanti affaticano i giocatori, rendendo il gioco obsoleto se tale forza fisica non può essere fornita dai principali attori.

Renato Augusto fala sobre atletas afastados do Fluminense: 'Ruim para a imagem'

Immagine: Felipe Duest, Pera Photo Press

Mancanza di Innovazione

Fernando Diniz è sempre stato criticato per la sua mancanza di repertorio. La squadra del Fluminense non ha abbandonato il proprio stile di gioco nemmeno contro il potente Manchester City.

Pertanto, non è assurdo pensare che per il Fluminense sia diventato sempre più difficile affrontare gli avversari. Questo perché il loro stile di gioco è stato ampiamente studiato dagli avversari, che hanno ideato vari modi per neutralizzarlo.

Pertanto, l’incapacità di affrontare questa avversità ha reso la squadra prevedibile e facile preda per i rivali.

Fine del Ciclo

Uno dei marchi di fabbrica di Diniz è il rapporto di fiducia che costruisce con i suoi giocatori.

Ha la capacità di convincere i giocatori ad adottare le sue idee e a correre instancabilmente per lui e il suo stile di gioco.

Dall’anno scorso a quest’anno, i giocatori hanno lasciato e sono entrati nel club.

C’è la possibilità che questi nuovi giocatori non abbiano assimilato le parole di Diniz, facendo perdere al tecnico il controllo dello spogliatoio, come in altri giorni.

Infine, queste sono solo speculazioni, poiché è impossibile individuare esattamente il motivo del fallimento di una squadra che ha giocato così bene non molto tempo fa.

Quello che si può dire è che le radici sono multifaccettate e possono essere affrontate, poiché il mercato è ancora aperto sia per i giocatori che per gli allenatori.

Credete che il Fluminense si salverà dalla retrocessione?

Torcedores do Fluminense pedem demissão de Fernando Diniz: 'Pior técnico da história' - Lance!

Immagine: Gilson Lobo/AGIF

Scritto da Vitor Miller.

Ultimi articoli
Tags: Brasileirao

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.