Il Gruppo City in tutto il mondo

Grupo City City Football Group Gruppo City

Il Gruppo City di Calcio ha annunciato una partnership con un altro club, l’Istanbul Başakşehir, in Turchia.

Seguite con noi lo sviluppo del lavoro di questo conglomerato del Abu Dhabi United Group, il cui azionista di maggioranza è lo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan.

Seguici sui social network per rimanere aggiornato sulle ultime notizie ed esclusive sul calcio esteroInstagramFacebook e X.

Origine del Gruppo City di Calcio

Il Gruppo City di Calcio è stato fondato nel 2008 sotto l’ombrello del Abu Dhabi United Group, un fondo di investimento internazionale guidato dalla figura dello sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan e di Sulaiman Al-Fahim.

Come suggerisce il nome stesso, il conglomerato di aziende è stato creato con l’obiettivo di acquisire il controllo del Manchester City Football Club.

Dopo il successo evidente ottenuto dagli investimenti nella squadra di Manchester, la holding ha deciso di espandere i propri affari in tutto il mondo.

Attualmente, il Gruppo City detiene quote rilevanti in tredici club in tutto il globo.

Mecenas do futebol: Mansour Al Nahyan e o caminho das pedras - Alambrado

Immagine: Riproduzione Alambrado

Manchester City

Leader indiscusso e primo passo dell’istituzione, il Manchester City è un esempio in cui una gestione professionale unita a un’iniezione massiccia di capitale può generare risultati molto importanti.

Il Abu Dhabi United Group, attraverso il Gruppo City, possiede il 100% delle azioni del club e ha trasformato un’istituzione modesta e poco competitiva rispetto al lato rosso di Manchester in una delle squadre più competitive dell’attualità.

Dalla sua acquisizione, ci sono stati alcuni aspetti negativi e altri, per lo più, positivi.

Naturalmente, quando si entra in un nuovo mercato, soprattutto uno complesso come quello del calcio, alcune decisioni potrebbero non essere considerate le migliori.

Tuttavia, non è passato molto tempo prima che i risultati iniziassero a manifestarsi.

I Cityzens erano una squadra che aveva avuto un breve successo nei primi anni ’60, vincendo alcune Premier League e Coppe d’Inghilterra (anche se sono stati retrocessi in questo periodo). Dopo questo periodo, non ci sono state più vittorie rilevanti ed è rimasto alla mercé delle promozioni e delle retrocessioni nelle divisioni inferiori.

Con l’arrivo dell’investimento arabo, tutto è cambiato radicalmente. Prima del loro arrivo, il Manchester City aveva solo due campionati inglesi, vinti nel 1936-37 e nel 1967-68. Ora, la squadra vanta nove titoli. Per dare un’idea, sette Premier League sono state vinte dall’investimento iniziale.

Specialmente durante il periodo di Pep Guardiola, il successo è stato straordinario. Cinque vittorie su sei possibili.

Il culmine è stato raggiunto nella stagione precedente, quando la tanto agognata Champions League è stata alzata. Un sogno per molte squadre, ora è una realtà per i Cityzens, che mirano a molto di più.

Sono consolidati come una grande squadra europea, anche con l’eventuale uscita di Guardiola, in un futuro.

Official Manchester City

Immagine: Riproduzione Manchester City FC

Esporte Clube Bahia

Quando si tratta di grandi mercati come la Premier League e il Brasileirão, il Abu Dhabi United Group ha scelto di seguire lo stesso modello.

Come il Manchester City, il Bahia è una squadra con una storia ricca, ma negli ultimi anni ha sofferto di retrocessioni e di poche squadre competitive.

La squadra di Salvador è campione del Brasile per due volte (1959 e 1988). Oltre ai numerosi titoli statali, ha anche uno dei tifosi più appassionati del paese.

Inoltre, gioca all’Arena Fonte Nova, uno stadio moderno con una capacità di quasi 50.000 spettatori.

Quindi, nel maggio 2023, è stata finalizzata la vendita della SAF del Bahia al Gruppo City.

Di conseguenza, il fondo ha cercato di sanare i conti dell’istituzione, liquidando il 79% dei debiti in sospeso. In cifre, il Bahia aveva un debito di 300,9 milioni di reais. In termini corretti, il Gruppo City ha pagato 256,3 milioni di reais.

Questo è solo una parte del contratto stabilito dalle parti, poiché il modello approvato dai soci del Tricolor de Aço prevede un importo minimo di 1 miliardo di reais da investire in 15 anni, di cui 500 milioni per l’acquisizione di giocatori, 300 milioni per la gestione dei conti e il resto per l’infrastruttura.

Tutto questo è iniziato nel 2023, quando il Bahia non ha avuto una buona stagione. Si sono salvati dalla retrocessione solo nell’ultima giornata, nonostante siano stati una delle squadre che hanno speso di più per gli acquisti.

In ogni caso, le prospettive per il 2024 dovrebbero essere più positive, dato che la base dell’anno precedente è stata mantenuta, sotto la guida di Rogério Ceni e l’arrivo di giocatori importanti come Jean Lucas e Caio Alexandre.

Valeu, Nação | Notícias Esporte Clube Bahia

Immagine: Riproduzione Esporte Clube Bahia

Girona Futbol Club

Pochi amanti del calcio conoscevano il Girona fino alla stagione attuale.

Un modesto club situato nel nord-est della Spagna, nella regione della Catalogna, il Girona Futbol Club è stato fondato nel 1930.

Nonostante quasi cento anni di storia, ha solo due titoli di La Liga B nel suo curriculum, quindi è un’istituzione con poca tradizione nel panorama calcistico nazionale spagnolo.

Forse quei giorni sono finiti.

Con un progetto audace basato su giovani giocatori, il Gruppo City ha assunto il controllo nel 2017 e il successo è stato graduale. In questa impresa, gli investitori possiedono il 47% delle quote.

Naturalmente, l’uso di giovani giocatori ha uno scopo, che è la loro futura vendita per consentire agli investitori di ottenere il profitto desiderato.

In ogni caso, questo modello ha avuto un grande effetto nella stagione 2023/24, dato che la scelta dei giocatori è stata molto precisa.

Il miglior esempio è Sávio, un esterno brasiliano che sta giocando molto bene e ha già tutto pronto per rinforzare il Manchester City.

Attualmente, il Girona occupa la seconda posizione in La Liga, avendo avuto il comando della classifica per una parte considerevole della competizione.

Un lavoro lodevole di Míchel Ángel Sánchez Muñoz.

Conheça Sávio, destaque do Girona na temporada 23/24 - Gazeta Esportiva

Immagine: Riproduzione Gazeta Esportiva

Palermo Football Club

Con uno degli abiti più belli del mondo del calcio, il Palermo è una squadra situata in Sicilia.

Con 123 anni di storia, il Palermo non è mai stato considerato un grande club del calcio italiano. Ha vinto la Serie B italiana e ha ottenuto il secondo posto in Coppa Italia.

In ogni caso, il Gruppo City ha assunto il controllo dell’80% del club nel 2022. Attualmente, la squadra del sud Italia si trova in Serie B, precisamente al quinto posto, con possibilità di ritorno in Serie A.

Palermo | ge

Immagine: Riproduzione GE

New York City

Il Gruppo City è anche presente nella terra del calcio.

Il club, che compirà 11 anni nel 2024, è un caso interessante.

In questo caso specifico, il Gruppo City è uno dei fondatori del New York, costituito in partnership con i New York Yankees, squadra di baseball e orgoglio della città di New York.

Nonostante poche stagioni nell’élite del calcio nazionale, hanno già vinto un titolo di Major League Soccer, conquistato nel 2021. Hanno anche un idolo invidiabile, David Villa.

Lo spagnolo è il miglior marcatore dell’istituzione, con 85 gol.

New York City FC complete 2022 SCCL field

Immagine: Riproduzione Concacaf

Mumbai City FC

Il Mumbai City è un altro club, come il New York City, di recente creazione e molto successo.

In un paese in cui lo sport nazionale è il cricket e non il calcio, il Gruppo City ha preso una decisione azzeccata quando si tratta di mercato da esplorare.

Nonostante il cricket sia lo sport più popolare, un mercato con oltre 1,5 miliardi di potenziali consumatori non può essere ignorato, specialmente perché il popolo indiano è appassionato di calcio.

Tuttavia, per mancanza di tradizione, non c’è un grande legame emotivo tra i nativi e la nazionale, che non si è mai qualificata per un Campionato del Mondo né ha avuto partecipazioni rilevanti nelle qualificazioni o nella Coppa d’Asia.

Così, fondato nel 2014, il Mumbai City ha già un titolo nazionale nel suo curriculum, conquistato nella stagione 2020/21.

Mumbai City FC end historic AFC Champions League campaign with win | Football News - Times of India

Immagine: Riproduzione X

Lommel SK

Continuando il nostro giro, torniamo in Europa.

Il Gruppo City possiede anche la totalità delle quote del modesto Lommel SK, che gioca nella seconda divisione belga.

Attualmente, la squadra si trova al quinto posto del torneo.

Questo, forse più di tutti gli altri club in cui ha interessi, sembra essere il lavoro più sperimentale del fondo di investimento.

La squadra ha una media di età di 22,5 anni. Questo, che è già incredibilmente basso per una squadra professionistica, sarebbe ancora più basso se non contasse su giocatori già considerati veterani. Per darti un’idea, la rosa conta quattro giocatori di 35 anni o più.

Nonostante sia una squadra fondata nel 1932, è considerata piccola, giocando in uno stadio con una capacità di 8.000 spettatori.

L’istituzione serve molto per dare esperienza ai giovani giocatori, che hanno bisogno di giocare in Europa. Questo sarà un argomento affrontato nella conclusione.

Lommel SK become City Football Group's ninth club - SportsPro

Immagine: Riproduzione Sports Media

ESTAC Troyes

Il Troyes è una squadra che compirà 124 anni di storia nel 2024.

Acquistato completamente dal Gruppo City nel 2020, è stato il decimo club nel loro portafoglio.

Nonostante sia sotto il controllo degli Emirati Arabi, può essere considerato uno dei lavori meno riusciti da loro.

Sin dall’inizio del progetto, il picco del Troyes è stato il titolo della Ligue 2, nel 2020/21. Anche con la promozione in Ligue 1, la squadra non è riuscita a stabilirsi ed è tornata alla divisione inferiore.

Attualmente occupa il 16º posto in Ligue 2, con buone possibilità di retrocessione in National, che sarebbe la terza divisione e comprende squadre amatoriali e professionistiche.

Conveniamo sul fatto che la Ligue francese non è tra i campionati più competitivi. Se i fallimenti continuano, il progetto deve essere rivalutato, poiché non è interessante né per il Gruppo City né per il Troyes che la squadra continui in questa situazione precaria.

Savinho - ESTAC Troyes' record transfer who they will never see - Get French Football News

Immagine: Riproduzione Get Football News

Montevidéu City Torque

Una volta Club Atlético Torque, il Montevidéu City Torque è stato fondato nel 2007 e è passato sotto il controllo del Gruppo City nel 2020.

Il club della capitale uruguaiana è un altro esempio di un lavoro che procede a passo lento. Anche se è stato fondato da poco, la squadra si divide tra stagioni mediocri, senza possibilità di vincere il titolo o qualificarsi per la Libertadores.

Pertanto, la sua stagione 2023 ha riflettuto molto questa situazione, terminando al settimo posto nel torneo di apertura (penultimo nel gruppo), all’undicesimo posto nell’apertura e al settimo posto nella chiusura.

Filial do Manchester City na América do Sul, clube uruguaio muda de nome e escudo | futebol internacional | ge

Immagine: Riproduzione/Montevideo City Torque

Yokohama F. Marinos

Il Yokohama F. Marinos è una delle squadre più tradizionali del calcio giapponese.

Fondata nel 1972, la squadra ha vinto cinque volte la J-League e due volte la Coppa d’Asia.

È stata una delle prime partecipazioni del Gruppo City, che ha acquisito il 20% delle sue quote nel 2014. L’altro 80% è di proprietà della casa automobilistica Nissan.

Il club si discosta un po’ dai piani degli altri club del fondo di investimento, anche perché la quota detenuta dal gruppo corrisponde a molto meno rispetto agli altri progetti.

Inoltre, la J-League impone maggiori difficoltà nel registrare giocatori stranieri.

Nonostante il calcio giapponese sia in crescita, i trasferimenti dentro e fuori dalla J-League sono più limitati.

ODDS and EVENS] Yokohama F. Marinos Riding High in Kevin Muscat's First Full Season as Manager | JAPAN Forward

Immagine: KYODO

Sichuan Jiuniu

Ancora nel continente asiatico, il Sichuan Jiuniu è la squadra del Gruppo City in Cina.

Acquistata nel 2019, la squadra è stata campione della Seconda Divisione Cinese nel 2023 e ora cerca giorni migliori nell’élite del calcio nazionale.

Il Gruppo City possiede solo il 28% delle azioni della squadra.

Melbourne City FC

Un altro club in un mercato calcistico non molto tradizionale.

Creato nel 2009 come Melbourne Hearts, l’istituzione ha cambiato nome con l’arrivo del Gruppo City nel 2014. Inizialmente, il gruppo era socio della Holding MS Australia, ma ha assunto il controllo completo nel 2015.

Nonostante sia una lega poco competitiva, il team ha già vinto due campionati nazionali, una lega e una coppa.

Club Bolívar

Il Bolívar, uno dei club più tradizionali della Bolivia, fa parte della famiglia City.

Tuttavia, a differenza degli altri club menzionati qui, il Gruppo City non possiede alcuna partecipazione azionaria sull’istituzione.

Questo perché il proprietario è il magnate boliviano Marcelo Claure, che oltre al Bolívar, possiede anche quote nel Girona, in partnership con il Gruppo City, e nell’Inter Miami.

La relazione tra il gruppo e il Bolívar avviene attraverso il trasferimento di professionisti altamente qualificati, sia per consulenza che per azione diretta, in cambio di pagamenti.

Finora, la partnership ha avuto molto successo.

Il Bolívar è arrivato ai quarti di finale della Libertadores 2023, un risultato molto importante per una squadra boliviana.

Lo stesso tipo di partnership avviene anche tra il Gruppo City e il Vannes, in Francia, e l’Istabul Basaksehir.

O Clube Bolivar se junta ao City Football Group como primeiro clube parceiro

Immagine: Riproduzione Manchester City

İstanbul Başakşehir

Fondato nel 1990, il Basaksehir (Başakşehir) ha ottenuto successo nella scena nazionale.

Anche con squadre tradizionali come Fenerbahçe, Galatasaray, Trabzonspor e Beşiktaş, il nuovo club della famiglia City ha vinto la Süper Lig nella stagione 2019/20 e vuole molto di più.

I turchi seguiranno lo stesso modello del Bolívar e del Vannes.

İstanbul Başakşehir » Squad 2023/2024

Immagine: Riproduzione World Football

Vantaggi e svantaggi del Gruppo City

Il Gruppo City ha un piano di sviluppo molto ben definito, che consiste principalmente nel essere presente nella maggior parte delle leghe rilevanti o meno nel mondo.

Come qualsiasi impresa, il suo obiettivo finale è il profitto, principalmente attraverso la vendita dei giocatori.

Tuttavia, non possiamo ignorare tutto ciò che il calcio comporta oltre al profitto.

Il Gruppo City, quando acquisisce un club, cerca di imporre la propria identità, cambiando ciò che è più prezioso per i tifosi.

Pertanto, cambiano stemmi e persino il nome delle squadre. In squadre con pochi tifosi e quasi nessuna tradizione, come molti dei 13 citati qui, questo potrebbe non essere un grosso problema.

Ma quando si tratta di club come il Bahia, ad esempio, cambiare lo stemma e soprattutto il nome della squadra è qualcosa di impensabile. La passione dei tifosi del Tricolor de Aço è immensa e il mantenimento di certe tradizioni è imprescindibile.

Se il gruppo comprende che ogni lavoro è un lavoro, rispettando la tradizione di determinate istituzioni, l’affare potrebbe essere più proficuo.

Un altro punto è l’uso di club più piccoli come trampolino di lancio per club più grandi all’interno del conglomerato stesso.

Approfittando dei giovani giocatori per trasferimenti milionari, i giocatori che hanno successo in squadre più piccole vengono indirizzati ai grandi club controllati dal fondo degli Emirati Arabi, come nel caso di Savinho, che passerà dal Girona al Manchester City. Ma cosa succede alla continuità della squadra e all’identificazione dei tifosi con il giocatore?

Infine, la questione più pratica e assurda è l’impossibilità che due o più squadre con lo stesso proprietario partecipino allo stesso torneo.

Man mano che il Gruppo City avanza in tutti i continenti del pianeta e, con il suo buon lavoro, è naturale che le squadre si qualifichino per competizioni internazionali di alto livello. Quindi, nel caso della qualificazione di Girona e Manchester City, che è ciò che dovrebbe succedere, per la Champions League 2024/25, una di esse (sappiamo quale sarà), non potrà partecipare al torneo.

Questi sono i pericoli di un calcio sempre più mercantile, in cui la questione sportiva e soprattutto la passione dei tifosi per il club passa in secondo piano, solo perché un fondo già miliardario diventa ancora più ricco.

In ogni caso, è impossibile ignorare la metodologia di lavoro, che di solito porta a risultati positivi.

E tu? Credi nel modello del Gruppo City e di altri conglomerati del calcio?

Scritto da Vitor F L Miller.

Ultimi articoli
Tags: Economics, Esclusive, In Evidenza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere