Economics, Esclusive
Nessun commento

Todd Boehly: Americanizzazione del calcio – Parte 2

Todd boehly chelsea strasbourg dono owner

Già investitore nel mondo dello sport, con quote nei Lakers, LA Dodgers e altri, Todd Boehly si è completamente dedicato al mondo del calcio.

Unisciti a noi mentre esploriamo il lavoro che ha fatto finora e cosa immagina l’imprenditore americano per questo sport.

Seguici sui social network per rimanere aggiornato sulle ultime notizie ed esclusive sul calcio esteroInstagramFacebook e X.

Chi è Todd Boehly?

Nato il 20 settembre 1973 a Bethesda, Maryland, Stati Uniti, Todd Boehly è un imprenditore con interessi diversificati.

Come uno dei cofondatori di Eldridge Industries, ha quote in aziende nei settori assicurativo, della musica e dell’intrattenimento, della tecnologia, dell’immobiliare, dei giochi, della mobilità (aviation/noleggio auto) e naturalmente, dello sport.

Tutti questi enormi affari hanno fruttato all’imprenditore un patrimonio netto stimato di $6 miliardi.

Per quanto riguarda lo sport, è partner di istituzioni in varie discipline. E apparentemente, quando si tratta di acquisire quote in istituzioni sportive, gioca ad alti livelli.

È socio dei LA Lakers, una delle, se non la più grande franchigia nella storia del basket americano. Ha anche una quota nei LA Dodgers, una squadra di baseball di rilievo.

Inoltre, è attivo nel settore dei giochi. Una delle aziende è Epic Games, creatrice del popolare gioco Fortnite, conosciuto in tutto il mondo.

Con questa introduzione, è tempo di parlare del nostro settore, il calcio.

Come è stato il lavoro di Todd con il Chelsea e il Strasburgo?

Empresário Todd Boehly negocia com exclusividade compra do Chelsea

Immagine: Divulgazione

Chelsea

Todd Boehly può essere molte cose, ma qualcosa di innegabile è il suo fiuto per i buoni affari.

Sappiamo tutti che un buon uomo d’affari dipende molto dalla fortuna, anche se, in molti (se non nella maggior parte) dei casi, dipende dalla sfortuna degli altri.

Il fatto è che nel febbraio 2022, Russia e Ucraina sono entrate in guerra.

In risposta, l’Occidente ha iniziato a imporre una serie di sanzioni non solo alla Russia come paese, ma anche ai russi che vivono all’estero.

Così, sono state imposte embarghi e conti congelati. Ma cosa c’entra tutto questo con il Chelsea?

Dal 2003, il proprietario del club è stato Roman Abramovich, un magnate russo.

Abramovich era il proprietario che ogni tifoso avrebbe voluto per la propria squadra. Come il Manchester City, il Chelsea era una squadra comune, che aveva alti e bassi nella sua storia ma non si era mai affermato tra i grandi.

Con l’arrivo di Abramovich, il Chelsea è diventato una delle più grandi squadre del mondo. Ha avuto squadre storiche con giocatori notevoli.

Pertanto, il lascito lasciato dal russo è stato estremamente importante non solo per il club, ma anche per il calcio inglese e mondiale.

Ha acquistato il Chelsea nel 2003 per £140 milioni e lo ha venduto quasi vent’anni dopo per £4,25 miliardi. Davvero un affare, non è vero?

Il peso dell’acquisto di un club come il Chelsea è immenso.

Nella stagione 2020/21, la squadra londinese ha vinto la sua seconda Champions League, battendo il Manchester City di Pep Guardiola. E diciamocelo, per il clima interno, un cambio di proprietà e di conseguenza di gestione quando le cose vanno bene è molto diverso dal contrario.

Così, di per sé, l’imprenditore americano avrebbe già affrontato difficoltà. Ma sono diventate ancora più grandi con la sua mancanza di esperienza nel settore del calcio.

Prima di acquisire il club, probabilmente ha consultato i suoi consulenti sui migliori modi per fare soldi nel calcio. La risposta probabilmente è stata la vendita di giovani giocatori, che è effettivamente molto redditizia.

Il problema è che niente è così semplice.

Dal suo arrivo, Todd Boehly ha speso niente meno che €1,1 miliardi. Una cifra ridicolmente assurda anche secondo gli standard del calcio.

Vedendo questi valori, si potrebbe pensare: chi sono stati i colpi? Mbappé, Salah, De Bruyne, Vinicius Jr? Non proprio.

I giocatori portati per essere le stelle dell’azienda erano Enzo Fernandez, Caicedo, Fofana, Cucurella, Lavia e altri.

Todd ha scommesso su giocatori molto giovani che effettivamente hanno prospettive future.

Il problema è che non si può semplicemente assumere atleti con un’età media molto bassa e aspettarsi che giocano in uno dei campionati più duri al mondo, la Premier League.

La scorsa stagione, il Chelsea è finito al 12° posto e quest’anno rimane in questa zona, solo all’11° posto.

Todd e i suoi consulenti non hanno capito che per far apprezzare i giovani atleti, devono trovarsi in un ambiente favorevole. Ha fatto sì che una serie di ragazzi indossassero la maglia blu sperando che magicamente sviluppassero un calcio degno di un campione.

Ora, accade il contrario. Chiaramente, non preparando l’ambiente per i ragazzi, i loro livelli calcistici sono molto inferiori rispetto alle aspettative. Di conseguenza, i giocatori acquistati per essere apprezzati sono effettivamente svalutati.

Come uomo d’affari, dovrebbe sapere che gli investimenti ad alto rischio all’inizio del lavoro sono di un pericolo immenso.

Inoltre, nell’industria dello sport, il successo sul campo si riflette sull’aspetto economico.

In questo momento, i tifosi del Chelsea vedono la squadra crollare e Todd vede il suo investimento svanire.

Crediamo nel lavoro a lungo termine, ma davvero non sembra esserci prospettiva per i Blues con la squadra che Pochettino ha tra le mani.

Mauricio Pochettino sack verdict, Jose Mourinho shut down – Final Chelsea manager decision - Scott Trotter - football.london

Immagine: Robbie Jay Barratt – AMA/Getty Images

Strasbourg

Acquistato interamente da Todd Boehly e dal suo gruppo nel giugno 2023, lo Strasburgo, per il progetto dell’imprenditore, è stato uno dei suoi migliori investimenti.

Si ipotizza che sia stato pagato un valore tra €65 e €75 milioni.

Questo è il famoso laboratorio degli americani. Strasburgo è dove Todd invia giocatori comprati dal Chelsea, che ancora hanno bisogno di esperienza sul suolo europeo a causa della loro giovane età. Come Ângelo, venduto dal Santos al Chelsea per €15 milioni.

O anche giocatori acquistati dallo Strasburgo stesso, che potrebbero emergere, verranno rapidamente inviati al Chelsea.

Coloro che soffrono di questo sono coloro che sono veramente appassionati del club.

La squadra è solo al 14° posto nella debole Ligue 1, a un punto dai play-off per la retrocessione e a tre dalla retrocessione diretta.

Moise SAHI of RC Strasbourg look dejected during the Friendly match... News Photo - Getty Images

Crediti immagine

Panorama generale

È difficile trovare punti positivi sulla gestione di Todd Boehly.

Infatti, ha acquisito importanti giovani giocatori, ma molti di loro a prezzi estremamente sovrastimati.

Il bilancio dei trasferimenti del Chelsea, solo in questa stagione, è nell’ordine dei €200 milioni negativi.

Se la squadra ha un saldo negativo di giocatori, né vince titoli, come può essere considerato un buon affare?

Come nel testo precedente su 777 Partners, nel Chelsea, sembra non ci sia stato alcun tipo di pianificazione. Sembra non ci sia comprensione di cosa sia il calcio e tutto ciò che coinvolge questo sport. Soprattutto, sembra non ci sia l’intenzione che la squadra si esibisca e consegna ai tifosi, il più grande patrimonio dell’istituzione, ciò che desiderano, ovvero titoli e buone prestazioni.

Sarebbe davvero troppo semplice se avere una squadra di calcio si limitasse all’acquisto di giovani talenti affinché un giorno emergano come stelle sacre, vengano venduti per milioni di sterline e i soldi vengano distribuiti agli azionisti.

Se vuoi che il tuo lavoro abbia successo e se vuoi espandere la tua attività in altri paesi, Todd e la sua squadra dovranno utilizzare il loro enorme budget per assumere specialisti che possano delineare piani obiettivi a breve, medio e lungo termine.

Credi che le squadre gestite da questo gruppo possano invertire la tendenza?

Chelsea owner Todd Boehly 'left shocked after Tuchel rejected chance to complete transfer for in-form Arsenal star' | The Sun

Immagine: Riproduzione The Sun

Scritto da Vitor F L Miller.

Ultimi articoli
Tags: Economics, Esclusive

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere