Esclusive
Nessun commento

De Arrascaeta o Alan Patrick? Chi è il miglior centrocampista del Brasile nel 2024?

alan patrick arrascaeta internacional flamengo 2024

Alan Patrick e De Arrascaeta stanno semplicemente dominando all’inizio di quest’anno.

Coincidenza vuole che Inter e Flamengo siano le squadre con la migliore resa finora (87% e 83%, rispettivamente).

Unisciti a noi mentre analizziamo questi due stelle del calcio brasiliano.

Seguici sui social network per rimanere aggiornato sulle ultime notizie ed esclusive sul calcio esteroInstagramFacebook e X.

Giorgian De Arrascaeta

Nato a Nuevo Berlin, in Uruguay, il 1° giugno 1994, il popolare Arrasca è senza dubbio uno dei più grandi centrocampisti del calcio brasiliano nel XXI secolo.

Ha mosso i primi passi nel calcio giovanile al Defensor, club uruguaiano di Montevideo.

I suoi primi passi nel calcio professionistico sono stati nel 2012, sempre con il Defensor, l’unico club per cui ha giocato nella sua terra natale.

È rimasto lì fino al 2015, segnando 18 gol in 64 partite.

Con le sue prestazioni impressionanti, ha attirato l’attenzione del Cruzeiro, che era in splendida forma. Avendo appena vinto il Brasileirão due volte, nel 2013 e nel 2014, l’ambiente nella tana del Raposa era favorevole all’arrivo di un giocatore della qualità di De Arrascaeta.

È stato fatto un ottimo investimento di €2 milioni. Si è adattato molto bene al calcio brasiliano, giocando 35 partite e segnando 5 gol nel suo primo anno.

Possiamo già dire che una delle caratteristiche distintive di Arrasca è la sua costanza, raramente sperimentando periodi di bassa performance. La maggior parte del tempo è rimasto ad un alto livello, il che si riflette nelle sue statistiche.

Nel 2016 ha segnato 11 gol e fornito 9 assist in 40 partite.

A partire dal 2017 ha iniziato la sua spettacolare serie di titoli, a partire dalla Coppa del Brasile, che ha vinto anche nel 2018.

Curiosamente, ha segnato in entrambe le finali, mostrando il suo carattere da giocatore decisivo.

Anche nel 2018, è stato campione mineiro.

Dal 2019, il Flamengo ha deciso di assemblare una vera e propria selezione. Per riempire lo spazio a centrocampo, nulla di meglio del giocatore più chiacchierato del Brasile. Quindi, il Rubro Negro non ha risparmiato sforzi e ha pagato l’incredibile cifra di €15 milioni, considerata straordinaria nel calcio brasiliano, soprattutto a quel tempo.

Ed è stata una grande mossa. Fa parte della generazione d’oro del Flamengo, che non ha bisogno di presentazioni. Due volte vincitore della Libertadores, del Brasileirão e della Supercoppa del Brasile, oltre alla Copa do Brasil, Recopa Sudamericana e tre volte campione carioca.

In totale, ha giocato 240 partite per il club di Rio, segnando 63 gol e fornendo 84 assist.

Come se non bastasse, è un giocatore di Coppa del Mondo, avendo giocato nel 2018 e nel 2022. I tifosi della Celeste, infatti, chiedono più opportunità per Arrasca in partite di Coppa del Mondo, specialmente dopo la finale, quando ha segnato due gol contro il Ghana.

Come giocatore, è un numero 10 unico. Un atleta che sa esattamente dove posizionarsi in momenti specifici della partita, in base a ciò che la partita richiede al momento.

Un atleta di alto livello. Pensare rapidamente e fare il gioco prima ancora che arrivi ai suoi piedi.

Inoltre, i 113 gol della sua carriera finora dimostrano la sua capacità di finitura eccessiva, concentrata sui tiri dall’interno dell’area, sempre entrando nel quadrante finale per concludere.

Infine, i 123 assist della sua carriera finora traducono l’intelligenza del giocatore, servendo sempre i compagni di squadra in condizioni di concludere. Il fatto che abbia trascorso gran parte della sua carriera con Gabigol e Bruno Henrique aiuta.

Battute a parte, Arrascaeta inizia il 2024 volando nel Campeonato Carioca. In 9 partite (non tutte da titolare), ha segnato tre gol e fornito quattro assist.

Il centrocampo formato da Tite con De La Cruz, un giocatore più intenso, ma che contribuisce anche alla creazione, ha fornito una grande libertà a Arrasca per concentrarsi sulla finitura e sulla creazione. In alcune occasioni, è stato assistito dal suo connazionale.

Le aspettative sono alte per il Flamengo e Arrascaeta quest’anno.

Com gols sobre Boavista, Arrascaeta está a 10 de se tornar vice-artilheiro entre gringos do Flamengo | flamengo | ge

Immagine: André Durão

Alan Patrick

Nato a Catanduva, nell’entroterra di San Paolo, il 13 maggio 1991, Alan Patrick sta vivendo il momento migliore della sua carriera a 32 anni, per l’Internazionale.

È un altro ragazzo della Vila. Cresciuto nel settore giovanile del Santos, ha fatto parte delle squadre super del Peixe nel 2010 e nel 2011.

Anche se riserva di Paulo Henrique Ganso, è stato importante nella vittoria della Libertadores nel 2011, segnando il gol del pareggio contro l’Once Caldas nella gara d’andata dei quarti di finale.

Subito dopo la vittoria nella coppa continentale, è stato venduto allo Shakhtar Donetsk, club ucraino noto per aver portato numerosi giocatori brasiliani.

Lì, Alan Patrick ha vissuto alti e bassi, alternando momenti positivi e negativi.

È stato acquistato a soli vent’anni. Presto, il club ucraino lo ha mandato in prestito nel 2013. La sua destinazione è stata l’Internazionale, segnando il suo primo passaggio nel club gaúcho.

Ancora giovane, ha fatto delle buone prestazioni ma non si è affermato come titolare, anche se il suo contratto è stato rinnovato.

La mancanza di opportunità nel club ucraino ha portato al prolungamento del suo prestito con l’Inter fino al 2015.

La sua prossima destinazione è stata il Palmeiras, dove ha giocato molto poco, solo tredici volte.

Di conseguenza, è stato nuovamente mandato in prestito, questa volta al Flamengo. Alla Gávea, ha iniziato a mostrare il suo vero talento calcistico. Tra il 2015 e il 2016, ha giocato 72 partite, segnato 15 gol e fornito 10 assist.

Ora più esperto, è finalmente tornato allo Shakhtar Donetsk, dove è diventato il giocatore che gli ucraini credevano sarebbe stato quando è stato acquistato.

È stato tre volte campione della Coppa d’Ucraina e quattro volte campione della Premier League ucraina, essendo un giocatore importante.

Dalla stagione 2016/17 alla stagione 2020/21, lo Shakhtar di Alan Patrick è stato una scelta unanime nella scena nazionale. Inoltre, il centrocampista ha giocato e segnato nella famigerata Champions League.

In totale, ha giocato 178 partite, segnato 26 gol e fornito 35 assist indossando la maglia arancione e nera.

Come molti giocatori di questo mercato, la sua permanenza in Ucraina è diventata insostenibile a causa della guerra con la Russia, specialmente perché Donetsk, dove era basato, è sull’orlo di essere annessa.

Pertanto, l’Inter non ha esitato a pagare la modesta somma di €2 milioni per portarlo, nel 2022.

Il ritorno al Colorado non avrebbe potuto essere più vantaggioso per la sua carriera. Dal suo arrivo, gioca un calcio di alto livello.

Finora, ha giocato 138 partite, segnato 28 gol (due in più rispetto allo Shakhtar, con 40 partite e meno) e fornito 22 assist.

Nel centrocampo dell’Internazionale, Alan Patrick ha la libertà di fluttuare tra le linee avversarie, dove nella maggior parte dei casi tira fuori un coniglio dal cilindro.

Trova spazi dove gli altri giocatori di solito non trovano, facendo una lettura perfetta delle penetrazioni e dei tagli degli attaccanti.

Specialmente nel 2024, con la vera squadra che il Time do Povo sta assemblando, con Enner Valência, Alario e Borré come opzioni offensive, Alan Patrick dovrebbe aumentare ancora di più il suo numero di assist.

È anche un giocatore di grandi gol. Ha segnato diversi bei gol nel 2023 e sembra continuare su questo schema nella stagione attuale.

Desafio para 2024: Internacional Busca Meia à Altura de Alan Patrick e a Base do colorado é preocupante ! – SCInter

Immagine: Riproduzione Internacional

Arrasca o Alan Patrick?

Possiamo dire che entrambi hanno carriere complementari.

Mentre De Arrascaeta ha avuto una brillante carriera sulla scena nazionale, essendo considerato uno dei più grandi giocatori del calcio brasiliano nel XXI secolo e nella storia del Flamengo, Alan Patrick ha preso la strada opposta.

Anche se ha vinto la Coppa Libertadores con il Santos nel 2011, non è stato un giocatore di spicco per la squadra.

Per gli altri club in cui ha giocato in Brasile, non ha avuto successo quando si tratta di titoli significativi.

D’altra parte, ha realizzato il sogno di molti giocatori, che è quello di giocare bene nel calcio europeo. Capiamo che lo Shakhtar Donetsk è un club di alto livello per l’Ucraina ma di seconda categoria nelle leghe europee. Tuttavia, Alan Patrick ha avuto l’opportunità di giocare in importanti tornei come l’Europa League e la Champions League.

De Arrascaeta, d’altra parte, non ha avuto l’opportunità di giocare nel mercato europeo, anche se aveva il talento per farlo. Ora, a 29 anni, sembra essere un sogno lontano.

Oggi, fanno parte di coloro che possono essere considerati le squadre più forti per la stagione 2024. Inter e Flamengo probabilmente si contenderanno i titoli più importanti, ad eccezione della Libertadores, per cui il Colorado non si è qualificato.

È molto difficile scegliere tra l’uno e l’altro. Il punto più importante sarebbe il tipo di gioco utilizzato dall’allenatore, così come lo stile di gioco dei suoi compagni di squadra.

De Arrascaeta ha più facilità nel penetrare in area, mentre De La Cruz può condividere i compiti di costruzione del gioco con lui. Alan Patrick, d’altra parte, è il giocatore più cerebrale della squadra del Colorado.

Il fatto è che abbiamo meno di quindici partite durante l’anno ed è ancora difficile rispondere a questa domanda.

Quindi, per te, chi sarà il miglior centrocampista del Brasile nel 2024? Alan Patrick, Arrascaeta o qualcun altro?

alan patrick arrascaeta internacional flamengo 2024

Scritto da Vitor F L Miller.

Ultimi articoli
Tags: Esclusive

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere