Esclusive
Nessun commento

Il Manchester United sotto ten Hag: Qual è la situazione?

Manchester United de Erik ten hag inicia mal a temporada 2023/24

Il tecnico olandese, Erik ten Hag, sta affrontando problemi al timone del Manchester United.

Qui, esamineremo il modo in cui ha schierato la squadra, così come il suo rendimento dall’arrivo nel gigante inglese.

Seguici sui social network per rimanere aggiornato sulle ultime notizie ed esclusive sul calcio esteroInstagramFacebookX.

Le statistiche di Erik ten Hag al comando del Manchester United

Dopo anni straordinari al comando dell’Ajax, Erik ten Hag ha deciso di intraprendere un impegno molto impegnativo: guidare una delle squadre più popolari e vincenti del pianeta, il Manchester United.

Sappiamo che essere allenatore in questo specifico club non è un compito facile. Lo spettro di uno dei più grandi allenatori della storia, Sir Alex Ferguson, aleggia ancora su Old Trafford.

Una squadra che era favorita in ogni competizione in cui partecipava sta ora attraversando un eterno processo di rinnovamento dal 2013.

È vero che per un breve periodo, sotto la guida di un altro grande allenatore, José Mourinho, il Manchester United ha ritrovato la sua strada, vincendo l’Europa League, la Coppa di Lega inglese e la Supercoppa inglese nella stagione 2016/17.

Tuttavia, sappiamo che questo non è sufficiente per una squadra delle dimensioni dello United, soprattutto considerando gli investimenti fatti per l’acquisizione di giocatori che non hanno reso come previsto.

Dal suo arrivo nell’agosto 2022, Erik ten Hag ha numeri eccellenti al timone della squadra, che parlano da soli. Sono 79 partite, con 50 vittorie, 21 sconfitte e solo 8 pareggi.

È interessante notare il numero molto basso di pareggi, che denota una grande determinazione dell’allenatore nel vincere le partite. L’esito può essere sia positivo che negativo.

Presenta un bilancio molto positivo in attacco, con la squadra che ha segnato 139 gol e ne ha subiti 99.

Per quanto riguarda le prestazioni, inizieremo dal lato positivo.

Ten Hag arriva nel 2022 con la difficile missione di prendere le redini dello United. Su di lui c’era molta aspettativa, dato che era riuscito a portare la giovane squadra dell’Ajax fino alle semifinali della Champions League, venendo eliminato all’ultimo minuto della partita con l’hat-trick di Lucas Moura.

Oltre alla bella campagna e ai titoli conquistati in Olanda, l’allenatore è diventato noto per aver lanciato molti giocatori sulla scena mondiale, con l’aiuto, ovviamente, di una delle accademie giovanili più tradizionali, l’Ajax.

Quindi, ci si aspettava che questo lavoro con i giovani si riflettesse anche al Manchester United.

Fatto è che il campionato inglese fatto dallo United è stato uno dei migliori degli ultimi anni. La squadra si è piazzata al terzo posto, qualcosa che non accadeva da un po’ di tempo.

Ha presentato un calcio consistente, soprattutto dopo l’arrivo di Casemiro, che ha sistemato il centrocampo dei Red Devils, oltre al fattore morale. Molto importante avere un giocatore pentacampeone di Champions League in squadra.

Un altro punto importante con cui ten Hag ha dovuto fare i conti è stata la questione Cristiano Ronaldo.

Capendo che il giocatore non rendeva come in passato, considerando gli ostacoli legati all’avanzare dell’età, l’allenatore olandese ha scelto di tenerlo in panchina in diverse occasioni.

Il talento e l’impegno di Cristiano Ronaldo sono indiscutibili, così come il suo ruolo storico nei destini del calcio, soprattutto per il Manchester United. Tuttavia, quando un giocatore si ritiene più grande della squadra in cui gioca, entra in collisione con l’istituzione e l’allenatore. Ed è quello che è successo.

Nel ottobre 2022, in una partita contro il Tottenham, Cristiano Ronaldo ha rifiutato di entrare in campo e ha lasciato la panchina prima della fine della partita.

Interrogato in proposito, l’allenatore ha dichiarato che avrebbe avuto una conversazione con il giocatore e avrebbe applicato una sanzione disciplinare.

Casualità o meno, meno di un mese dopo, Cristiano Ronaldo ha rescisso il suo contratto ed è partito per l’Arabia Saudita.

Irmã de CR7 faz post pela saída de ten Hag do United: “Já vai tarde” | Metrópoles

Foto: Martin Rickett/PA Images via Getty Images

Nonostante questa tempesta, la squadra si è comportata molto bene, grazie.

È stata campione della Coppa di Lega inglese, battendo il Newcastle 2-0 in finale; è arrivata in finale della FA Cup, perdendo 2-1 contro il Manchester City di Pep Guardiola e si è piazzata al terzo posto in Premier League.

Tuttavia, l’inizio di questa stagione non sta essere facile per i Red Devils.

Occupano solo l’8ª posizione in Premier League, oltre ad essere stati eliminati prematuramente dalla Coppa di Lega inglese, perdendo 3-0 contro il Newcastle.

La situazione più precaria è in Champions League. Nel Gruppo A, che potrebbe essere considerato relativamente facile, composto da Manchester United, Bayern Monaco, Galatasaray e Copenaghen, i Red Devils occupano l’ultima posizione con soli 3 punti.

In altre parole, se le cose continuano così, lo United non parteciperà più a nessuna competizione europea in questa stagione, poiché le prime due del gruppo avanzano agli ottavi di finale e la terza va in Europa League.

La squadra ha già perso contro tutti gli avversari del gruppo, con l’ultima sconfitta per 4-3 contro il Copenaghen in Danimarca.

Qual è la ragione di questa performance?

Motivi del basso rendimento in questa stagione

Basandoci su supposizioni, possiamo cercare di trovare alcune giustificazioni per l’inizio di stagione al di sotto delle aspettative del Manchester United.

Mentre la squadra aveva chiuso l’anno in crescendo e con grandi aspettative da parte dei tifosi, queste si stanno disilludendo ad ogni partita che passa.

Non è stato per mancanza di investimenti, dato che i Red Devils hanno investito 204,4 milioni di euro. Una somma astronomica anche per gli standard della Premier League.

Ma andiamo ai nomi:

  • Rasmus Højlund – €75 milioni
  • Mason Mount – €64.2 milioni
  • André Onana – €50.2 milioni
  • Sofyan Amrabat – €10 milioni (on loan)

Con un budget di questa portata, la dirigenza dello United ha scelto i giocatori giusti su cui investire?

Sappiamo tutti che il mercato europeo è estremamente inflazionato, soprattutto quando si tratta di un giocatore che gioca nelle prime 5 leghe del continente.

Prendiamo ad esempio Rasmus Højlund. Il danese è arrivato dall’Atalanta per una somma esorbitante. Questo è il suo vero valore come giocatore in campo? Giustifica i 75 milioni di euro attraverso assist, gol, belle giocate e esposizione del marchio? Finora no.

Why Manchester United couldn't sell Rasmus Hojlund's shirt | The Independent

Foto: Getty Images

Con un budget di questa portata, la dirigenza dello United ha scelto i giocatori giusti su cui investire?

Sappiamo tutti che il mercato europeo è estremamente inflazionato, soprattutto quando si tratta di un giocatore che gioca nelle prime 5 leghe del continente.

Prendiamo ad esempio Rasmus Højlund. Il danese è arrivato dall’Atalanta per una somma esorbitante. Questo è il suo vero valore come giocatore in campo? Giustifica i 75 milioni di euro attraverso assist, gol, belle giocate e esposizione del marchio? Finora no.

Un altro nome è Mason Mount. Il giocatore era già in calo al Chelsea, ma nonostante ciò sono stati spesi importi astronomici per la sua firma.

Mason Mount explains why he chose to sign for Man Utd from Chelsea | Manchester United

Foto: Reprodução site Manchester United

Onana, che aveva fatto una stagione eccezionale con l’Inter, non è riuscito a replicare le buone prestazioni. Il portiere, tra l’altro, ha commesso errori in diverse partite danneggiando i risultati dello United.

Inoltre, la somma di 50,2 milioni di euro è fuori dalla realtà. Soprattutto quando il portiere precedente era De Gea, un giocatore di fama che nemmeno ha avuto il suo contratto rinnovato dopo dieci anni di club.

O que aconteceu com Onana, goleiro que custou quase R$ 300 milhões ao United - ESPN

Foto: James Gill/Getty Images

Oltre alle nuove acquisizioni che hanno avuto poco o nessun impatto, i giocatori già presenti in squadra non si sono sviluppati.

Questo è il caso di Anthony e Sancho. Due giocatori che avevano un futuro molto promettente, ma che stanno soffrendo molto fuori dal campo.

Detto questo, ten Hag deve trovare soluzioni urgenti. Il calcio è ingiusto e anche se ha avuto una stagione precedente al di sopra delle aspettative, una precoce eliminazione dalla Champions League, unita a una posizione a metà classifica in Premier League, potrebbe costargli il posto.

Credi che lo United e ten Hag possano risollevarsi ancora in questa stagione?

Scritto da Vitor F L Miller.

Ultimi articoli
Tags: Esclusive

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere